• Nessun prodotto nel carrello.

  • LOGIN

A patti col Karma: Reincarnazione e la Regola d’Oro di Gesù

«Cos’è la Past Life Therapy? Cosa si intende per reincarnazione? Devo credere nella reincarnazione? Devo essere ipnotizzato? Queste e molte altre domande sorgono alla mente delle persone quando si interrogano sulla possibilità di esplorare vite passate.

Molti filosofi, accademici, uomini di fede e scienziati d’Oriente e d’Occidente hanno manifestato di credere in qualche forma di reincarnazione o continuazione, ripersonificata, dell’essenza animica umana. Queste credenze derivano da esperienze e speculazioni personali, visto che questa concezione non può essere definitamente provata.

Il dr. Ian Stevenson, professore di psichiatria alla University of Virginia Medical School, ha documentato migliaia di casi di bambini che ricordano dettagli verificabili di esistenze precedenti. Questi casi provengono da molti paesi, tra i quali India, Sri Lanka e Stati Uniti. Stevenson descrive anche casi di prove fisiche come difetti di nascita, assenza di dita, e in un caso l’assenza di una gamba, che corrispondono a ricordi di traumi in vite precedenti.

In teoria, ogni anima individuale è una scintilla della coscienza-Dio. E’ eterna e indistruttibile, generata e diffusa dalla Sorgente Creatrice. Quest’Anima viaggia e fa esperienza dell’immensità in ogni luogo e in ogni tempo, con la destinazione e l’effettivo fine di ritornare a casa.

L’autorealizzazione include il ricordo della nostra origine e della nostra destinazione, e della verità di ciò che siamo.

Durante questo viaggio, alcuni spiriti individuali partecipano del ciclo di reincarnazione sulla Terra formando un’anima umana, che è la forza vitale del corpo fisico. L’anima è anche chiamata lo spirito umano, e i termini “anima” e “spirito” vengono spesso usati come sinonimi, sebbene non siano esattamente la stessa cosa.

La Luce è un termine esoterico che suggerisce una sorgente primordiale di intelligenza totale, la totalità, la Divinità. E’ grosso modo accostabile nel significato al Paradiso (cristiani), al Felice Terreno di Caccia (nativi americani), al Nirvana (buddismo, veda), al Bardo o stato intermedio (buddismo tibetano).

Sulla base della conoscenza acquisita e dell’esperienza condivisa grazie a migliaia di lavori in regressione ipnotica, possediamo oggi una mappa semplificata dei territori spirituali attraversati dalle anime umane nel viaggio che segue una incarnazione e precede quella successiva. All’interno di questi territori, ciascuna Anima segue in realtà nient’altro che il suo proprio Sentiero di Guarigione.

Emozioni pesanti, magari paura o rabbia, relative a qualche situazione della vita attuale possono rivelare un trauma in una vita precedente, seguendo il filo del quale si può essere condotti a scoprire simili eventi traumatici in altre esistenze connesse, o a esplorare lo spazio spirituale (nella vita tra le vite) dove i dettagli della risoluzione karmica vengono organizzati in vista della vita attuale, o all’esperienza della nascita in questa vita. L’operatore attento deve essere capace di seguire questa sequenza senza perdere traccia del viaggio del cliente, e con buona consapevolezza di dove, quando e che cosa la persona in ipnosi sta descrivendo.

Per questa ragione utilizziamo nomi indicativi per i vari elementi di questo Viaggio dell’Anima: Stadio di Pianificazione, Stadio di Revisione, Lifescript (copione di vita), Istruttori e Consiglieri.

Nello Stadio di Pianificazione, che si svolge nella Luce (quindi nello spazio di esperienza tra due incarnazioni), diversi Istruttori e Consiglieri assistono l’anima nello sviluppo di un Lifescript, una mappa personale del viaggio imminente: la nuova incarnazione sulla Terra. Il copione è scritto tenendo ben presente che l’obiettivo primario dell’incarnazione terrestre è la crescita e l’evoluzione spirituale. Gli elementi terreni del copione includono genere sessuale, madre e padre, luogo geografico della nascita, fratelli, posizione sociale, grado di ricchezza o povertà, e lo scopo della vita.

Lungo la strada, nella sfera dell’incarnazione, vi sono opportunità di apprendimento come malattie, scelta di coniugi, scelte in tema di istruzione e professione.  Sono tutte situazioni che permetteranno la risoluzione di questioni incompiute e di conflitti irrisolti di tempi passati,  e sei o sette possibili punti di “uscita”, cioè di morte fisica. C’è sempre qualcosa da imparare per tutti coloro che sono coinvolti in ciascun punto che implica una scelta.

L’anima arriva nella forma di un corpo fisico attraverso il miracolo della nascita, che ha inizio con l’unione di ovulo e spermatozoo. Se tutto va bene, nasce un essere umano, visibilmente dotato di libero arbitrio per perseguire il suo Lifescript. Ma le opportunità di apprendimento sono soggette a scelta. Gli umani non sono costretti a partecipare: possono rifiutare l’opportunità. Ci saranno diverse conseguenze secondo le diverse scelte.

Dopo la morte del corpo fisico, l’anima si solleva dal piano della Terra e procede verso la Luce, guidata dagli spiriti di cari deceduti o da esseri angelici. In questo livello della Luce, l’anima appena liberata dal corpo fisico è accolta nel suo ritorno a casa. Se necessario, l’anima può riposare.

Nello Stadio di Revisione, i Consiglieri assistono l’anima nella valutazione della vita appena conclusa. Sono state apprese lezioni spirituali? L’anima ha progredito nella sua evoluzione spirituale? Problemi e conflitti del passato sono stati risolti? Che cosa è stato completato, e che cosa è rimasto incompiuto? E’ stato seguito il copione personale? realizzato lo scopo della vita? Ci sono state interferenze? Terminata la fase di revisione, l’anima si prepara per la successiva incarnazione, in luoghi immateriali che potremmo definire Sale dell’Apprendimento.

C’è molta attività nella Luce tra le vite. Non è soltanto un periodo di riposo. Ci riuniamo con il nostro particolare “sciame”, gruppo di anime, con i cui componenti sembra che ritorniamo ripetutamente sulla Terra.

 

Un individuo è assolutamente responsabile della sua vita e di ciò che gli accade lungo il cammino. Il biasimo è falso, come è falsa la colpa, perché un essere non può danneggiare un altro essere.

 

Infine, c’è lo Stadio della Pianificazione, in cui viene concepito il nuovo Lifescript. Questo include opportunità continue per la crescita e l’evoluzione spirituale come anche piani per la risoluzione di problemi e conflitti del passato, basati sulle comprensioni avvenute nello Stadio di Revisione. Molti conflitti umani richiedono diverse incarnazioni per conseguire risoluzione e perdono. Il perdono è la chiave della guarigione. Di nuovo l’anima muove verso la realtà fisica attraverso il processo della nascita.

Questa è una descrizione sintetica della reincarnazione umana, il ciclo di nascita, vita, morte e rinascita. La transizione verso la Luce non sempre avviene in questo modo, come dimostra la condizione dell’interferenza e “attaccamento” da parte di spiriti. Il progresso dell’evoluzione spirituale è bloccato da tali interferenze (che possono essere affrontate e risolte grazie alla Spiritual Releasement Therapy).

I dettagli di questo ciclo sono accessibili alla persona in stato alterato di coscienza (ipnosi). Ma si tratta soltanto di immaginazione? Questi ricordi di vite precedenti potrebbero essere manifestazioni di immaginazione attiva, psicodramma, o semplicemente invenzioni? La coscienza è un sogno? La realtà fisica è solo un’illusione, come suggeriscono molti insegnamenti spirituali?  All’interno di questa realtà fisica, noi non conosciamo la risposta.

Il concetto di reincarnazione è una parte integrante dell’80% dei sistemi di credenze religiose del mondo. Reincarnazione e karma forniscono la via per bilanciare causa ed effetto, risolvere le questioni incompiute del passato, e consentire all’anima di crescere spiritualmente. Responsabilità personale e autodeterminazione rinforzano l’individuo.

Il processo di reincarnazione non può essere dimostrato col metodo scientifico, eppure questa credenza ha fatto parte per millenni del pensiero umano. Molte persone possono ricordare quella che sembra essere una reale esperienza personale in diversi corpi e in altre vite. La Past Life Therapy, o Regression Therapy, si fonda sul modello della reincarnazione e del karma. Comunque, credere nelle vite passate o nella reincarnazione non è necessario perchè la Past-Life Therapy funzioni. Non è necessario che nè l’operatore nè il soggetto “credano”.

Nel corso del secondo Concilio di Costantinopoli, nel 553 d.C., i concetti di reincarnazione e di preesistenza dell’anima furono dichiarate anatema nella Chiesa Cristiana come essa esisteva al tempo. Tuttavia il papa, Virgilio, era in prigione, e i vescovi d’Oriente rifiutarono di partecipare, e il Concilio fu ritenuto invalido da molti. A causa di ciò, forse gli editti del Concilio non sono vincolanti per i cristiani di oggi. Ci sono molti riferimenti alla reincarnazione nella Bibbia, sebbene alcuni sono oscuri e aperti a interpretazione.

Il karma è il processo di pareggiamento di ogni pensiero, intenzione e comportamento. Coinvolge causa ed effetto, ricompensa e punizione, azione e reazione. Se una persona fa qualcosa di dannoso a un’altra, ci sarà un pareggiamento. Il perpetratore soffrirà nella stessa misura, nella vita attuale o in una successiva. Una persona può anche bilanciare un debito karmico compiendo un’azione utile. Il bilanciamento karmico può dispiegarsi nell’arco di molte esistenze. L’operare del karma non può essere separato dal processo della reincarnazione.

Le Regole Auree

Nella cornice della reincarnazione e del karma, un individuo può infine far quadrare il bilancio delle sue vite, per così dire, e far adempiere l’antica regola (di Aristotele e Platone, oltre che biblica):

Come semini, così raccoglierai.

E la Regola Aurea di Gesù:

Tutto quanto volete che gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro.” (Matteo 7:12)

Queste sono chiare espressioni di bilanciamento karmico.

In quest’ottica, un individuo è assolutamente responsabile della sua vita e di ciò che gli accade lungo il cammino. Il biasimo è falso, come è falsa la colpa, perchè un essere non può danneggiare un altro essere. Certamente il corpo e l’ego possono essere danneggiati e offesi, un’anima può essere frammentata, ma lo spirito eterno non può essere danneggiato.»

(William J. Baldwin, 2003)

 

Per approfondire il tema del karma, della reincarnazione e della Past-Life Therapy ti invito a leggere l’articolo E Liberaci dall’Illusione della Separazione: la Regression Therapy.

 

 

Vuoi saperne di più sulla Ipnosi Spirituale e la nuova Regression Therapy? Scrivimi!

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un commento qui in basso e dimmi cosa ne pensi.

Se ti è piaciuto aiutami a diffonderlo! Condividilo con i tuoi amici sui social 🙂

 

0 0 vote
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
2 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
anna
2 anni fa

Straordinario articolo come sempre Fabio. Grazie di cuore perché ciò che scrivi, se accolto in profondità, permette realmente dei processi significativi. I tuoi articoli non toccano il livello cognitivo, ma ben altre corde.
Leggendoti ho sentito un’antinomia dentro di me che è motivo di approfondimento : se “il biasimo è falso, come è falsa la colpa, perché un essere non può danneggiare un altro essere” come collocare allora l’affermazione che “il perdono è la chiave della guarigione”? Il perdono viene in genere sentito come una via di cancellazione della colpa, propria o più spesso altrui. Tale colpa, quindi, viene preventivamente riconosciuta e certamente giudicata. Stando a questo non viene allora mancato il giusto punto di vista per il quale “il biasimo è falso, come è falsa la colpa” ?
Mi fai pensare che la parola “perdono” sia ben lungi dall’essere compresa nel suo livello più alto e che la sua importanza, proprio in quanto via di guarigione, richiede di essere penetrata con forze immaginative e di compassione rinnovate.

top
Made © Aionmedia. All rights reserved.

Privacy Preference Center