• Nessun prodotto nel carrello.

  • LOGIN

Malattia e guarigione in macrobiotica

«La vita è infinitamente meravigliosa. Tutti gli esseri (salvo una sola eccezione, l’uomo): uccelli, insetti, pesci, microbi e persino i parassiti, tutti vivono felici nella natura, liberi da obblighi verso loro stessi o verso gli altri. Ho vissuto due anni nella giungla indiana e uno in quella africana; mai ho visto una sola scimmia, coccodrillo, serpente, insetto o elefante che fosse infelice, malato o obbligato a lavorare per gli altri.» (G. Ohsawa)

Così il padre della macrobiotica scrive nella sua opera fondamentale.

La malattia deriva dalla violazione dell’Ordine dell’Universo, dovuta al basso giudizio. La malattia, dunque, non è una condizione naturale dell’uomo né degli altri animali.

L’uomo abbandona la “Via”, e gradatamente costruisce la malattia.

ohsawa macrobiotica
Lima e Georges Ohsawa

George Ohsawa individuò sette tappe (sovrapponibili) in questo percorso:

  1. La fatica, che deriva da una vita sregolata, da un’alimentazione disordinata: i raffreddori, i piccoli disturbi intestinali, i fastidi.
  2. Il dolore: segnali dell’organismo che tenta di difendersi (crampi, mal di testa, i piccoli incidenti)
  3. Malattie del sangue: manifestazioni tendenzialmente croniche dell’organismo che non riesce più a svolgere con efficacia l’eliminazione: (emicranie, ulcere, tracoma, leucemia; tutte le malattie della pelle; anemia, emofilia, eczema, trombosi, iper e ipotensione, tachicardia e bradicardia, febbre da fieno).
  4. La malattia è ascesa al sistema nervoso autonomo; vagotonia (predominio del sistema parasimpatico: instabilità vasomotoria, costipazione, sudorazione) o simpaticotonia (predominio del sistema ortosimpatico: alta pressione sanguigna, reumatismi, sclerosi, artrite, paralisi).
  5. Malattie degli organi, che subiscono cambiamenti funzionali e strutturali.
  6. Disturbi psicologici ed emotivi: tristezza, pessimismo, dualismo, scontento, nervosismo, rabbia.
  7. Arroganza (malattia spirituale). E’ la malattia più difficile da curare. Chi ha difficoltà ad accettare anche le più piccole cose è arrogante.

Le malattie della prima e seconda tappa si curano in pochi giorni, quelle della terza tappa in 10 giorni, quelle della quarta, della quinta e della sesta richiedono alcuni mesi. Per guarire l’arroganza occorrono molti anni.

Una tradizionale rappresentazione nella letteratura macrobiotica, di derivazione buddistica, traspone con un’efficace metafora le sette tappe nelle parti di un albero. La tabella che segue, tratta da un recente manuale sulla macrobiotica selon Ohsawa, riporta tali corrispondenze insieme a un ben ordinato riepilogo delle modalità delle 7 tappe.

macrobiotica

La famigerata e mal giudicata (in quanto incompresa, dagli stessi macrobiotici per lo più) affermazione di Ohsawa che “qualsiasi malattia può essere guarita in 10 giorni” si spiega con la comprensione che la cura «non è altro che un cambio di rotta nella direzione della vita. La malattia è una direzione sbagliata (…) Una volta [cambiata direzione] la malattia non può più esistere, e la cura è completa. Noi non attacchiamo i sintomi ma l’origine dei sintomi. Una volta eliminata la causa, non c’è più nulla di cui doversi occupare. Il resto dipende dalla volontà del paziente.» [cfr. G. Ohsawa – Jack e Mitie in Occidente].

Dieci giorni, quindi, se viene praticata la macrobiotica ristretta, cioè la leggendaria dieta n. 7, per invertire la rotta e cambiare strada. Ma «ciò non significa che questo lasso di tempo sia necessario; esso può essere ridotto ad un minuto, o anche a zero. L’uomo che sta bene tutta la vita si guarisce ad ogni istante delle sue malattie, come un acrobata su una corda tesa che ristabilisce costantemente l’equilibrio tra il suo lato destro ed il suo lato sinistro, aspetti di Yin e di Yang. Condividi il Tweet Tutti gli esseri nascono con il meraviglioso potere di conservare il proprio equilibrio fisiologico in tutte le circostanze interne od esterne, ma Satana acceca l’uomo e lo fa cadere.» [Zen Macrobiotics]

E tu, cosa significa per te malattia e guarigione? Cosa pensi del pensiero di Ohsawa? Dimmi la tua opinione lasciando un commento qui in basso!
Ti è piaciuto questo articolo? Aiutami a diffonderlo! Condividilo con i tuoi amici sui social network 🙂

0 0 vote
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
1 Comment
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] Floriterapia del bastardo (femminicida o meno) La dieta n. 7 e la guarigione in… Malattia e guarigione in macrobiotica Quella macrobiotica così vegan (ma non ditelo ai… Il gatto e i fiori di Bach Luciano […]

top
Made © Aionmedia. All rights reserved.

Setup Menus in Admin Panel

Privacy Preference Center