Sì, i FANTASMI, quelli dei film e dei romanzi, quelli che (all’occorrenza) trascinano catene, fanno sbattere portoni e turbano i nostri sonni.

Beffeggiati, loro e chi “ci crede”, sbeffeggiati da chi segue la mentalità cosiddetta scientifica contemporanea, che di scientifico non ha davvero nulla. Perchè dire “non posso sperimentarlo con i cinque sensi e DUNQUE non esiste” oltre che poco scientifico nel vero senso della parola è anche molto stupido. Diciamo allora che non esistono il pensiero, la volontà o il desiderio perchè sono invisibili.

A quanti di noi è successo di sentire rumori strani e completamente inspiegabili in casa?

A quanti è successo di provare intense sensazioni di freddo in alcune zone precise di una abitazione?

Quanti di noi hanno percepito sensazioni molto forti, nette, a cui non sappiamo dare un nome esatto (perchè non c’è nel nostro vocabolario), entrando in certe case, o in certe stanze di certe case?

A quanti è successo di trovare al mattino oggetti rotti (soprammobili, vasi, bicchieri), senza che nessuno avesse potuto romperli?

Quanti di noi almeno una o due volte nella vita si sono sentiti chiamare, col proprio nome, da una voce invisibile?

Voilà ecco i “fantasmi“. Te ne voglio parlare brevemente. Se sei uno di quelli che “sono tutte cazzate” non ti obbligo a continuare a leggere.

Chi sono i fantasmi? Sono quello che vuole la tradizione: anime disincarnate, cioè di viventi che hanno lasciato il corpo, che per qualche ragione non si danno pace e continuano a vagare sul piano terreno, anzichè ascendere ai Mondi Spirituali.

Anime inquiete, il più delle volte sofferenti. Molto spesso, anime di suicidi, o di morti per morte violenza o improvvisa. O anime di persone troppo legate a concezioni materialistiche in vita, oppure dominate da emozioni intense che le dominavano: il risentimento, l’odio, il desiderio di vendetta. Oppure: bambini, anche bambini non nati (molto spesso bambini non nati).

In inglese si chiamano earthbound, spiriti rimasti legati alla terra.

La loro esistenza (sul piano invisibile) è confermata da molte discipline, non tutte ciarlatanesche e disonorevoli come si vuol far credere.

Una di queste fa capo agli studi del dr. Carl Wickland, eminente psichiatra statunitense, che per puro accidente si imbattè nell’evidenza dell’esistenza di queste anime vaganti. Da lì, essendo lui un animo curioso, indagatore e autenticamente “scientifico”, diede le mosse a uno studio attentissimo e a vaste esplorazioni, che raccolse in un libro dal titolo quanto mai chiaro: Trent’anni coi morti.

Le conclusioni cui giunse il dr. Wickland furono:

«L‘umanità è circondata dall’influenza-pensiero di milioni di esseri disincarnati, che non sono ancora giunti alla piena comprensione degli scopi superiori dell’esistenza. Prendere coscienza di questa realtà significa capire l’origine di molti pensieri spontanei, emozioni, strani presagi, stati d’animo cupi, irritabilità, impulsi irragionevoli, esplosioni temperamentali irrazionali, infatuazioni incontrollabili e innumerevoli altre bizzarrie mentali.»

Da questi studi partì il filone di esplorazione in ipnosi di questi fenomeni, che è poi confluito in quella che io definisco Ipnosi Spirituale, nella quale una parte importante ha la ricerca e l’allontanamento di queste entità.

Allontanamento da cosa? Allontanamento innanzitutto dal nostro personale campo aurico, dove spesso e volentieri queste entità si agganciano, provocando una serie di conseguenze molto significative e molto gravi.

E anche allontanamento dai LUOGHI della nostra vita dove, in alternativa all'”aggancio” personale, spesso gli earthbound dimorano. Ci sarebbe quasi da sorridere se il problema fossero solo rumori e sensazioni sinistre. Il punto è che queste entità possono generare perturbazioni molto più dannose, perchè hanno il potere (spesso loro malgrado) di influenzare pesantemente i nostri stati d’animo e i nostri pensieri. Litigi in famiglia, disarmonie di pensiero e dialogo, fino a vere e proprie manifestazioni patologiche mentali, comportamentali e perfino fisiche: di questo è fatto il “repertorio” degli effetti delle “presenze”, ormai corroborato da una letteratura piuttosto ampia (e seria) e da esperienze di operatori molto ben documentate.

E non è finita qui. Perchè oltre agli earthbound il mondo astrale, a noi invisibile ma estremamente presente e pervasivo, è popolato da esseri o energie in gran numero. Tra questi, quelli che vengono definiti “Esseri della forza oscura“, qualcosa di molto vicino (o proprio quelli, se vuoi) ai “dèmoni” della tradizione cristiana. Ma anche gli E.T., o più spesso loro dispositivi (immateriali, eterici). Ma anche diversi Spiriti della Natura. Ma anche le Forme-pensiero, che non sono esseri ma aggregati di energia con una tale forza da aver assunto “vita” propria.

Queste non sono fantasie, sono realtà che ormai chi è disposto ad approfondire con animo aperto e intelletto spregiudicato conosce bene. E sono realtà che possono essere molto pericolose (la cronaca nera è colma di episodi riconducibili alle loro attività invisibili).

I fantasmi esistono. E non sono brutti, sporchi e cattivi. O meglio: lo sono quanto lo siamo noi. Possiamo fingere che non esistano, oppure serenamente toccare le loro anime con la compassione che meritano, regalando a noi la libertà dalla loro interferenza e a loro la libertà di poter riprendere il loro viaggio verso la mèta che meritano e cui, senza saperlo, anelano: la pace di Dio.

Avrei ancora altro da dirti. Ad esempio che è possibile verificare da sè e con risultati attendibili le condizioni della propria abitazione. Vorresti poter esplorare la tua casa “energetica”, che è ben più della tua casa fisica e visibile, per sapere con certezza se ci sono ospiti indesiderati?

Allora seguimi.

 Clicca QUI per proseguire la lettura.