Testimonianze

Mi è piaciuto riportare in questa pagina quelli, tra i feedback ricevuti, che più mi hanno spinto alla condivisione.
E’ bello come le persone luminose riescano a vedere noi oltre noi, e le bellezza oltre noi, la bellezza dell’intento, oltre i nostri limiti, difetti, incompletezze. 
Grazie.


 

Gli Erewhoniani hanno una particolarità, si riconoscono come due fratelli che si ritrovassero dopo 25 anni di separazione.
Gli Erewhoniani hanno un’iniziazione comune e sviluppano un riconoscersi naturale che potrebbe essere chiamato gratitudine.

Dal 1966, il Principio Unico è entrato nella mia vita attraverso le arti marziali e ho incontrato molte persone definitesi come studenti di Macrobiotica o del Principio unico, altri detti Sensei dell’Aikido, ma pochissimi di loro sono Erewhoniani nel vero senso della parola.

Infatti, come dice Confucio ne Il Giusto Mezzo:

La legge unica non può variare dello spessore di un capello;
se potesse variare, non sarebbe una legge.
Pertanto, il saggio guarda con rispetto ciò che non si vede

Dopo la morte di George Ohsawa, nessuno rimase come guardiano della VIA (DOSHU) e molti dei discepoli volevano portare un tocco personale al suo insegnamento, al punto che la “Macrobiotica” si è fortemente yinizzata nel tempo, le cose semplici sono diventate complicate. Queste interpretazioni e improvvisazioni sono state probabilmente sviluppate con buone intenzioni, ma hanno screditato e dato un’immagine negativa dell’insegnamento tradizionale di Georges Ohsawa.

La dialettica del Principio Unico è in un certo senso un principio GENERICO (vale a dire, può applicarsi a tutto); come in matematica l’algebra dà risultati alle equazioni (il Principio Unico e le sue leggi sono le equazioni e le relative incognite Yin e Yang)

Ohsawa: “la pratica senza la teoria è pericolosa, la teoria senza pratica è inutile“.

È per questo motivo che i 7 principi e i 12 teoremi sono di grande importanza e che dovremmo SEMPRE farvi riferimento.

Fabio Procopio è un custode.

Gli attuali mezzi di comunicazione ci hanno permesso di trovarci o di ritrovarci, Fabio e io, anche se non ci conoscevamo.

In primo luogo, Fabio mi ha immediatamente colpito perché non distorce l’insegnamento di Georges Ohsawa ed è in costante ricerca personale.

In secondo luogo: non vende l’insegnamento, lo condivide.

Distribuisci, distribuisci, diceva G. Ohsawa.

Terzo, quello che sento è che lui ha un elevato concetto della parola giustizia, nel senso spiegato da G. Ohsawa.

Un Erewhoniano non ti dirà mai cosa devi fare, ma ti mostrerà la strada.

Grazie al suo approccio, alla sua passione, Fabio racconta il sogno degli Erewhoniani di G. Ohsawa, che continua a farsi strada incontro a chi vuole prendersi la briga di seguirlo.

 

 

 

Michel Vanhomwegen
7 Dan Aikido Murashigeryu
SeiShokuDo

 


 

La comprensione del sistema floreale di Bach di Fabio Procopio è straordinariamente brillante e acuta! Ogni suo passo lo testimonia, così come i suoi articoli e i suoi eccellenti manuali sull’uso dei Fiori di Bach con i bambini e con i gatti.

Le sue riflessioni e il suo contributo allo sviluppo di una Floriterapia del profondo esprimono con grande evidenza uno spessore culturale e umano raro e prezioso.

Liliana Gimenez Haas
Naturopata, Floriterapeuta
http://www.floriterapia.com/


 

Ho conosciuto Fabio in rete leggendo il suo e-book: La maledetta macrobiotica dei miracoli. Era il dicembre 2015.

Il tempo corre è vero, ma a volte lo fa meno, soprattutto quando alcune cose rimangono.

Come questa che ritorna qui oggi, e che mi piace riprendere a testimonianza del lavoro di Fabio sull’insegnamento di George Ohsawa.

Al di là di  qualsiasi possibile visione diversa su un argomento o l’altro della macrobiotica (natura “dialettica” delle cose), quel dicembre avevo mandato a Fabio alcune righe. Eccole qui: fresche e integre, come nuove.

“Era tanto tempo che non leggevo qualche cosa su George Ohsawa. Vedendo il tuo lavoro, interessante e anche ben fatto devo dire, è come se mi fossi sentito improvvisamente di nuovo a casa con quella sensazione unica che si prova quando l’animo entra in uno stato di leggerezza e vola alto. Sensazione che sono sicuro tu conosci perché appartiene a chi capisce il senso profondo delle parole di Ohsawa.”

 Confermo, e considero questa pur piccola testimonianza un omaggio a George Ohsawa!

 

 

Bruno Sangiovanni
Autore del libro: Macrobiotica – La via dimenticata per la salute e la felicità

 


 

Fabio non é solo un floriterapeuta professionista, un naturopata preparato e competente, un esperto di macrobiotica, un ricercatore in divenire incessante.

Fabio é un Essere Speciale: la sua intelligenza brillante si sposa con la sua profonda sensibilità e capacità empatica.
Fabio non ti suggerisce semplicemente i fiori: Lui si mette al tuo fianco, ti accompagna, C’É.
La sua disponibilità é totale: accoglienza, comprensione, apertura del Cuore.
Ti ascolta, ti consiglia, si prende cura.
Riesce con delicatezza, discrezione e rispetto ad entrare dentro di Te.
Insieme a Lui fai un viaggio in te stesso, nella consapevolezza.
Grazie Fabio per la Luce, l’Amore, la Passione e la dedizione con cui svolgi il tuo servizio all’umanità: sei un Grande Dono!

 

 

Elena Farinelli
Autrice
www.animaenatura.altervista.org 


 

Ho avuto la fortuna di imbattermi in Fabio in un momento buio e nebbioso della mia vita. Senza conoscerci mi ha aperto le braccia dell’amicizia con fiducia e naturalezza e mi ha messo a disposizione quegli strumenti che ben conosce, senza alimentare alcuna ansia o illusione, aiutandomi ad attraversare il buio più angosciante di quel difficile momento …
L’atto di generosità che più mi ha riempito il cuore di felicità è stato leggere nelle sue parole la gioia autentica che mi ha manifestato nel sapere che avevo risolto il mio grave problema per vie che sembravano senza prospettiva.
L’empatia che caratterizza Fabio è di un livello altissimo e puro, questo senz’altro lo rende un terapeuta efficace ed affidabilissimo.
Io sono grata di averlo conosciuto e provo per lui una stima profonda e una fiducia rassicurante.

Cinzia Billeci
Artista
https://m.facebook.com/Aidone-Centro-dArte-1629375223972493/

 


Ho scoperto il sito erewhonians.com di Fabio Procopio cercando materiale su Georges Ohsawa.
Fin dalla prima lettura dei suoi tanti, approfonditi ed interessanti articoli in merito ho riconosciuto in lui una passione, una competenza e una onestà intellettuale che non avevo trovato in Italia in nessun altro, al di fuori di una ristrettissima cerchia di amici con i quali abbiamo iniziato a studiare Ohsawa oltre 20 anni fa.
Trovare Fabio è stato come ritrovare un compagno di viaggio di cui non avevo mai nemmeno osato sospettare l’esistenza, ma che da tanti anni camminava nella stessa direzione e con la stessa meta.
E’ stato commovente e liberatorio!
In mezzo alle schiere di quelli che hanno sottovalutato la portata dell’insegnamento di Ohsawa, preferendo concentrarsi su aspetti più semplici e più facilmente “spendibili” (dai corsi di cucina, alla guarigione da piccole ‘malattie’ tramite il cibo, a una conoscenza sterile ed accademica di Yin e Yang), Fabio lo vedo oggi come un vero e proprio ‘custode dell’ortodossia’ della filosofia macrobiotica, grazie alla sua eccellente attività di traduzione dei testi di Ohsawa dall’inglese, grazie alla sua profonda comprensione dei principi fondamentali e grazie alla sua bravura nell’applicarli e nel farli capire, tramite uno stile comunicativo che lascia ben poco spazio ad interpretazioni.
Voglio sottolineare anche che Fabio si è speso come pochi altri per trasformare in realtà il mio sogno di pubblicare in Italia un libro inedito (e monumentale) su Ohsawa e sul suo vero insegnamento, mettendo a servizio della causa tanto tempo, tante competenze e tanta attenzione ad ogni più piccolo dettaglio, senza chiedere nulla in cambio.
Mai come oggi, a mio parere, c’è stato così bisogno di riscoprire questi insegnamenti, per il bene nostro come individui ma soprattutto come società.
Ebbene, non riesco a pensare a nessuno migliore di Fabio Procopio come compagno di viaggio a cui chiedere consiglio o con cui fare un tratto di strada assieme.
Il suo è un parere che vale SEMPRE la pena di ascoltare.
Luca Chiesi
Insegnante e divulgatore

Si dice che nella vita ogni cosa è perfetta così come è.
Accadono eventi perché possiamo comprendere cosa lei vuole ‘da’ e ‘per’ noi, incontriamo delle persone perché possano rivelarci sempre di più chi siamo e perché siamo venuti al mondo.
Si dice anche che quando la nostra anima decide di aumentare le ‘frequenze’ incontriamo persone speciali che risuonano con noi, ma accade anche di vivere periodi di vuoto e quelle persone come per magia arrivano come un dono, proprio per aiutarci a riprogrammare e riorientare la nostra vita verso il buono, il bello e il vero.
Ecco posso dire che Fabio è comparso nella mia vita per l’uno e l’altro motivo e anche se lui, umilmente, non ama prendersi dei meriti, sento profondamente il desiderio di ringraziarlo per l’occasione che mi è stata offerta di entrare in contatto con la parte più autentica di me.
Il lavoro con la Floriterapia insieme a Fabio è stato, ed è, un cammino che rinnova costantemente la fiducia e la speranza, oltre che la conoscenza e la consapevolezza di quanto ognuno può essere prezioso. Di quanto anche io posso essere preziosa.
Fabio è l’amico che ascolta, ma è soprattutto il professionista che ‘sa’ ascoltare.
Fabio è colui al quale puoi aprire il cuore e spalancare la mente, ma è ancor di più l’esperto che riesce a canalizzare emozioni e parole.
Fabio è il confidente di cui puoi fiDarti, ma è anche la persona che offre gli strumenti perché si possa conFidare in se stessi.
La sua grande disponibilità e accoglienza, unita a una innegabile preparazione tecnica, mi hanno da subito supportata in questa affascinante avventura dentro e fuori di me.
Quasi per gioco ho scoperto poi la sua capacità intuitiva di saper leggere segni e simboli e riuscire ad integrarli nella realtà, questo grazie alla Lettura dei Tarocchi. Un’esperienza suggestiva che mi ha dato modo di interpretare alcuni fatti della mia vita con una luce nuova.
La sua è sì una vocazione all’aiuto, ma è in particolar modo passione, dedizione e amore per l’universo Altro.
Io posso dire con sincera stima di aver ritrovato con lui il desiderio di continuare una ricerca personale che, so per certo, darà i suoi frutti a suo tempo.
Grazie di cuore.

Cinzia Diamanti